Home -> Prodotti -> Info Generali

Cosa sono gli SMS:

Il servizio Short Message Service (SMS) permette di inviare o ricevere brevi messaggi di testo fino a 160 caratteri ad ogni telefono GSM adatto, la cui carta SIM sia abilitata dal gestore di rete, se naturalmente quest'ultimo supporta il servizio. Nello standard GSM sono specificati due diversi tipi di SMS:

  • SMS Point to Point (SMS/PP)
  • SMS Cell Broadcast (SMS/CB)

Il primo tipo consente di inviare un messaggio di testo da un telefono GSM ad un altro, mentre l'SMS/CB consente di inviare uno o più messaggi contemporaneamente (broadcast) a tutti i telefoni all'interno di una determinata zona coperta da una o piu celle radio. Il messaggio Cell Broadcast può contenere un massimo di 93 caratteri, ma è possibile concatenare fino a 15 messaggi per formare un macro-message. Ad ogni messaggio CB è assegnata una classe che consente di classificare il tipo di informazione in esso contenuta e la lingua utilizzata, in modo tale da permettere ai telefoni di visualizzare selettivamente o di scartare i messaggi CB. L'SMS viene denominato protocollo senza connessione, infatti quando viene inoltrato un messaggio non avviene alcuna connessione tra il terminale che invia e quello che riceve, come per esempio avviene nel caso di chiamate voce, dati o fax.

L'invio di un SMS PP da un telefono GSM ad un altro deve essere considerato come la concatenazione di due differenti operazioni: l'inoltro del messaggio dal telefono mobile verso una speciale entità del network, chiamata SMSC (Short MessageService Centre), e poi dall'SMSC fino al telefono ricevente. La prima operazione viene denominata SMS-MO (SMS Mobile Originated), mentre la seconda SMS-MT (SMS Mobile Terminated):

[ Torna Su ]

SMS MT

Permette all'utente di ricevere messaggi di testo fino a 160 caratteri sul display del proprio telefono GSM. Tutti i telefoni sono predisposti per usufruire di questo tipo di servizio di rete, eccetto quelli molto vecchi. Situazione in Italia: Tutti i provider italiani forniscono il servizio SMS MT.

[ Torna Su ]

SMS MO

Consente all'abbonato di inviare messaggi di testo fino a 160 caratteri, ad un'altro terminale GSM, ad un fax o ad un indirizzo di posta elettronica su internet. Situazione in Italia: Tutti i provider italiani forniscono il servizio SMS MO.

[ Torna Su ]

Il Centro Messaggi (SMSC)

Il Centro Servizio Messaggi (SMSC = Short Message Service Centre) è una macchina di tipo Store & Forward (Memorizza ed invia), che accetta messaggi da diverse fonti (modem, altri terminali digitali, altri SMSC, internet) e li mantiene in memoria fino a quando non riesce a recapitarli ai terminali mobili digitali riceventi. Il tempo massimo in cui i messaggi verranno tenuti in memoria, se l'SMSC non è in grado di recapitarli immediatamente (perchè il terminale è spento o perchè e fuori campo), dipende dal gestore di rete, ma può anche essere preprogrammato come uno speciale parametro al momento dell'invio del messaggio stesso, ed inoltre può assumere valori da 1 ora fino a qualche settimana. Trascorso tale limite i messaggi vengono automaticamente rimossi dall'SMSC e non verranno più recapitati al terminale mobile.

Ogni network digitale ha in genere uno o più SMSC; ad ogni SMSC corrisponde un numero telefonico, che programmato sul telefono GSM, consente di inviare messaggi, fermo restando che l'abbonato sia in possesso di un telefono adatto ad inviare e ricevere tali messaggi e che sia stato abilitato ad utilizzare tale servizio dal gestore di rete. Se l'utente del network digitale non è abilitato, non riuscirà ad inviare messaggi pur avendo programmato in modo corretto sul proprio terminale il numero telefonico dello SMSC.

Lo SMSC può essere collegato agli altri SMSC degli altri gestori di network digitali in base agli accordi di roaming internazionale stipulati; ciò consente agli abbonati di ricevere ed inviare messaggi da o verso altri utenti di networks digitali in altre nazioni. Per le reti digitali che usano lo stesso standard, ma frequenze diverse (ad esempio GSM 900 e GSM 1800), è possibile collegare gli SMSC per consentire lo scambio di messaggi tra gli abbonati. L'interconnessione degli SMSC consente inoltre di sfruttare servizi offerti da altri operatori esteri, quali ad esempio l'invio e la ricezione di messaggi da internet, ma non solo. In diversi paesi è già possibile interrogare lo SMSC per visualizzare sul display informazioni quali, previsioni del tempo, notizie sul traffico, numeri ed indirizzi di abbonati alla rete telefonica fissa, quotazioni in borsa, pagine di web in modalità testo, giocare al lotto, intestatari di autoveicoli in base al numero di targa, ecc,. Sono anche disponibili delle sorte di chat con diversi argomenti a cui è possibile partecipare in modo interattivo col proprio terminale mobile.

Considerato il vasto numero di servizi che è possibile offrire agli utenti mobili mediante i messaggi brevi, recentemente sono nate molte aziende private che forniscono a pagamento molteplici di questi servizi (chiamati servizi a valore aggiunto) basati sugli SMS. Queste aziende generalmente effettuano un accordo con uno o più operatori di network digitali, i quali forniscono loro l'accesso al proprio SMSC. Poichè queste aziende si occupano esclusivamente della vendita e gestione dei servizi a valore aggiunto, gli abbonati possono usufruire di un notevole numero di questi servizi, continuamente in espansione, con un elevato livello qualitativo.

Riassumendo l' SMSC di un buon network digitale consente di ricevere messaggi da:

1) Terminali mobili digitali di altri abbonati ad altri network in base agli accordi di roaming internazionale.

2) SEGRETERIA TELEFONICA CENTRALIZZATA: La presenza di nuovi messaggi in segreteria viene segnalata con un breve messaggio di testo inviato sul display del terminale mobile. Se il terminale è spento oppure e fuori dalla copertura radio, il messaggio di notifica viene inviato quando il terminale verrà accesso oppure quando sarà nuovamente all'interno dell'area di copertura.
Situazione in Italia: Tutti iprovider hanno questo tipo di servizio. Nel messaggio di notifica viene anche indicato il numero di messaggi vocali giacenti sulla segreteria.

3) MODEM DIALUP ACCESS: Chiunque sia in possesso di un modem e di un PC può inviare messaggi alfanumerici agli abbonati chiamando le linee modem dello SMSC. Il software da usare per questo tipo di connessione varia in base al protocollo usato dal SMSC; in genere è possibile collegarsi con un normale programma di comunicazione (plain text), ma se viene utilizzato il protocollo TAP (Telocator Alphanumeric Protocol), come nel caso di Cellnet, è necessario l'impiego di un apposito programma.

4) DTMF ACCESS: Questo tipo di accesso consente a tutti coloro che hanno a disposizione una linea telefonica con telefono a toni DTMF, di inviare il proprio numero telefonico associato a un messaggio di testo standard, che è possibile scegliere da una lista premendo gli opportuni tasti sul telefono multifrequenza con l'aiuto di menù vocali.
Il telefono funziona così come un vero e proprio cercapersone alfanumerico.

5) VOICE ACCESS: Questo tipo di accesso consente agli utenti mobili di inviare messaggi vocali a una qualunque linea telefonica. Il messaggio di testo inviato viene letto dalla voce robot del sistema, subito dopo la risposta dell'abbonato a cui è stato inviato.

6) INTERNET: L'accesso a internet è in genere di tipo bidirezionale, ciò consente all'abbonato di ricevere messaggi di testo dal web o da email e di inviare email dal terminale mobile. E' inoltre possibile ricevere in modalità testo le pagine dei web in blocchi di 160 caratteri, inviando l'indirizzo http o gopher che si vuole consultare.

7) FAX: E' possibile inviare brevi messaggi di testo ad una macchina fax, senza ulteriori accessori da connettere al telefono, semplicemente digitando il messaggio ed il numero di fax sul telefonino. E' prevista in futuro anche la possibilità di ricevere fax sul display del terminale, sempre in modalità testo. In questo caso un apposito software dello SMSC estrarrà il testo contenuto nel fax inviato dalla rete fissa al terminale mobile.

[ Torna Su ]

Quanto costano gli SMS

Per utilizzare il servizio SMS, come per tutti gli altri servizi, l'operatore può scegliere se far pagare o meno un canone all'utente mobile, e se far pagare per ogni messaggio inviato o ricevuto. La maggior parte dei provider europei ha scelto di offrire gratuitamente il canone e la ricezione dei messaggi (SMS MT), facendo però pagare l'invio di ogni singolo messaggio (SMS MO). La tariffa media adottata in Europa per l'invio degli SMS è di Lire 300 per ogni messaggio. Per fruire dei servizi a valore aggiunto, in genere resi disponibili da aziende distinte dall'operatore del network digitale, è necessario pagare a queste un canone di abbonamento, nonchè un importo per ogni servizio utilizzato, oltre naturalmente il canone o la tariffa per messaggio dovuta al proprio operatore. Per esempio chi vuole abilitato il proprio terminale a ricevere messaggi di posta elettronica da internet, dovrà pagare oltre al canone di abbonamento al servizio anche un importo per ogni messaggio ricevuto. Tutti i messaggi inviati agli utenti mobili dagli altri accessi dell'SMSC (non inviati quindi da un altro terminale digitale), sono completamente gratuiti per chi li invia, eccetto per la telefonata in teleselezione nel caso di accessi telefonici.

[ Torna Su ]

Situazione in Italia:

SMS MT
TIM fornisce questo servizio in modo gratuito sia sul territorio nazionale che all'estero.
Vodafone fornisce questo servizio in modo gratuito sia sul territorio nazionale che all'estero.
Tre fornisce questo servizio in modo gratuito sia sul territorio nazionale che all'estero.
Wind fornisce questo servizio in modo gratuito sia sul territorio nazionale che all'estero.
SMS MO

Il costo per SMS contabilizzato da ciascun operatore è dipendente dal piano tariffario prescelto, e si attesta mediamente sui 15 centesimi di euro a invio.

[ Torna Su ]

Informazioni tecniche sugli SMS

Il servizio SMS utilizza sei diversi tipi di protocolli, chiamati Protocol Data Unit (PDU), qui di seguito descritti:

Tipo PDU Direzione Funzione
SMS-DELIVER SMSC => Telefono Invia un messaggio breve
SMS-DELIVER-REPORT Telefono => SMSC Invia il motivo di una mancata ricezione del messaggio
SMS-SUBMIT Telefono => SMSC Invia un messaggio breve
SMS-SUBMIT-REPORT SMSC => Telefono Invia il motivo di una mancata ricezione del messaggio
SMS-STATUS-REPORT SMSC => Telefono Invia lo stato di un messaggio
SMS-COMMAND Telefono => SMSC Invia un comando


Il compito principale di SMS-DELIVER e di SMS-SUBMIT è quello di recapitare i dati del messaggio e le informazioni ad esso associate alle entità SMS, che sono il telefono GSM e l'SMSC.
L'SMS-DELIVER-REPORT e l'SMS-SUBMIT-REPORT servono per notificare alle entità SMS che il messaggio non è stato ricevuto in modo corretto e che è necessaria una ritrasmissione dello stesso.
L'SMS-STATUS-REPORT contiene informazioni sullo stato del messaggio: se è stato recapitato o meno dall'entità ricevente e quando è stato recapitato.
L'SMS-COMMAND contiene i comandi che devono essere associati ad un messaggio già inoltrato mediante SMS-SUBMIT.

I PDU vengono scambiati tra telefono ed SMSC mediante i canali di controllo, ed in particolare durante una chiamata attraverso l'SACCH (Slow Associated Control Channel) e in fase di standby attraverso l'SDCCH (Stand alone Dedicated Control Channel). Ciò permette di ricevere ed inviare messaggi brevi anche quando si è in conversazione.

I dati contenuti all'interno di un SMS non devono essere inviati necessariamente in formato testo, ma possono essere spediti anche come dati binari a 8 bit. Utilizzando la trasmissione binaria il telefono non visualizzerà più alcun messaggio sul display e si renderà necessaria un ulteriore hardware ed un'applicazione software capace di saper leggere le informazioni binarie. In questo modo è possibile introdurre facilmente anche una compressione dei dati per aumentare la capacità di ogni singolo messaggio breve o sfruttare questo tipo di trasmissione per altre apllicazioni.
La capacità massima con i dati ad 8 bit e di 140 bytes (1120 bit), ma utilizzando i normali messaggi di testo (codifica a 7 bit), la capacità massima possibile, è di 160 caratteri (7 x 160 = 1120).

Dato che il SMS-PP (Point to Point) è un protocollo senza connessione (connectionless), perchè il terminale trasmittente e quello ricevente non vengono collegati fisicamente come avviene durante una chiamata, il tempo che intercorre tra la trasmissione del messaggio da un terminale mobile e la ricezione da parte di un altro terminale, non è standard (dipende dal caso) ed è tipicamente più lungo rispetto a protocolli che usano una connessione fisica.
L'invio di un messaggio tra telefono ed SMSC, non ha importanza in quale direzione, impiega un tempo da 3 a 5 secondi. Dato che la spedizione di un messaggio da un telefono ad un altro è il concatenamento di due operazioni di trasmissione, il ritardo complessivo raggiunge dai 6 ai 10 secondi.
In pratica però il ritardo può essere notevolmente superiore, infatti i messaggi SMS vengono trasmessi attraverso i canali di controllo, e la velocità di traferimento (throughput) dei messaggi viene notevolmente influenzata dal traffico generato da tutti gli altri segnali che condividono lo stesso canale di controllo, quali ad esempio, informazioni rigurdanti la qualità della connessione radio, controllo di potenza, handover, aggiornamneto della posizione, ecc..

[ Torna Su ]

Nuove funzioni del Servizio SMS

L'evoluzione del GSM è divisa in fasi. Ogni fase descrive tra le altre cose quale tipo di servizi il network GSM ed i telefoni devono offrire agli abbonati.
Tra gli emendamenti fatti alle specifiche del sistema SMS nella fase 2 e nella recente fase 2+, ci sono tre nuove caratteristiche specifiche per l'SMS-PP (Point to Point) descritte di seguito:
More message to send
E' una caratteristica della fase 2, con cui può essere ridotto il tempo di trasmissione di messaggi brevi multipli nella direzione MT (Mobile Terminated).
Quando ci sono più messaggi e/o notifiche di stato per un unico telefono, la connessione col telefono viene mantenuta fino a quando tutti i messaggi e/o le notifiche di stato sono stati trasferiti. Prima veniva aperta una connessione per ogni singolo messaggio da trasferire anche nel caso di messaggi multipli consecutivi. Alphabet extension E' una caratteristica della fase 2+, con cui viene incrementato il numero di caratteri supportati dall'SMS. Nelle fasi precedenti era specificato solo un unico alfabeto (7 bit SMS) che permetteva solo l'utilizzo di un numero limitato di caratteri. Con il nuovo alfabeto denominato unicode (16 bit ISO/IEC 10646) il set di caratteri è notevolmente più esteso. L'unicode supporta anche la compressione che viene effettuata mediante la codifica di Huffman. Concatenated Short Message E' una caratteristica della fase 2+ che permette di concatenare più messaggi brevi per formare un messaggio più lungo.
In questo modo è possibile scrivere messaggi fino a 38760 caratteri con codifica a 7 bit oppure 34170 con codifica ad 8 bit (possono essere concatenati un massimo di 255 messaggi). Parte della capacità di ogni messaggio viene usata per includere informazioni necessarie al ricevente per riordinare tutti i messaggi nella corretta sequenza.

[ Torna Su ]

Gli SMS in breve

Il servizio SMS consente di inviare o ricevere brevi messaggi di testo (di 160 caratteri al massimo), da un telefonino GSM ad un altro telefonino GSM oppure dai Centri Informazione. I messaggi verranno visualizzati direttamente sul display del telefonino.

Insieme al messaggio il ricevente leggerà anche il numero telefonico del mittente e l'ora in cui il messaggio è stato inviato.

La ricezione dei messaggi è sempre gratuita. Per poter inviare un messaggio è necessario Che il telefonino sia dotato della funzione SMS/MO (Mobile Originated) Inserire il numero telefonico del Centro Servizi Messaggi del proprio operatore, nell'area dedicata ai messaggi all'interno del menù del proprio telefonino.

La sequenza delle operazioni da effettuare per accedere alle aree di scrittura, lettura, cancellazione ed abilitazione ai messaggi cambia da telefonino a telefonino. E' necessario quindi consultare sempre il manuale d'uso del telefonino per conoscere la corretta sequenza delle operazioni da eseguire.

Il messaggio inviato verrà recapitato in pochi secondi se il telefonino del destinatario è accesso ed in area di copertura. Se il telefonino è spento o fuori area di copertura, la rete tenterà di rinviare il messaggio per un periodo massimo di 48 ore, superate le quali lo stesso non sarà più consegnato.

E' consigliabile sempre cancellare i messaggi dopo averli consultati, in modo tale da non saturare la capacità di memoria del proprio telefonino o della propria SIM. Se i messaggi vengono conservati in memoria e la stessa è piena, non sarà possibile più riceverne altri fino alla cancellazione.

[ Torna Su ]

Cos'è il Roaming

Il termine Roaming deriva dal verbo inglese "To Roam", che nel dizionario americano Merriam-Webster viene così spiegato: muoversi da un posto ad un altro senza uno scopo o un programma ben preciso. Ogni abbonato alla rete GSM ha infatti la possibilità di poter usare il proprio terminale anche all'estero; più precisamente, nell'ambito dell'area di copertura del paese ospitante, l'abbonamento GSM consente di essere sempre reperibili e di chiamare a piacimento, fruendo del servizio radiomobile come un abbonamento locale.

La SIM Card contiene la lista delle reti con cui è stato stipulato l'accordo di Roaming, lista che viene aggiornata automaticamente ogni qualvolta il telefono viene acceso, per permettere l'inserimento di nuovi paesi con cui vengono effettuati nuovi accordi di Roaming.

Quando ci si trova in un paese estero, il radiotelefono GSM ricercherà automaticamente una rete tra quelle presenti all'interno della lista della SIM. La scelta della rete avviene quindi in modo automatico rispetto all'elenco di reti memorizzate nella SIM, tenendo conto dell'ordine di memorizzazione degli operatori all'interno della lista, nel caso di presenza simultanea di più reti.
E' possibile memorizzare un elenco di reti GSM "preferite", che in altre parole significa cambiare l'ordine degli operatori all'interno della lista della SIM.

Una volta collegati alla rete visitata (triangolino sul display del terminale), si diventa abbonati di quest'ultima e quindi tutte le chiamate originate durante il roaming verso lo stesso paese d'origine o verso altri paesi devono essere precedute dai relativi prefissi nazionali ed internazionali.

Le tariffe durante il Roaming sono così calcolate:

Le chiamate effettuate dalla rete visitata sono soggette alle tariffe vigenti su quella rete per i clienti roamers; alcuni gestori possono applicare un ricarico per spese amministrative legate al roaming fino al 15% (in Italia sia TIM che Omnitel applicano questo rincaro).

Quando si riceve una chiamata all'estero, viene addebitato il trasferimento internazionale della chiamata dalla rete di appartenenza fino alla rete visitata, quella dove ci si trova momentaneamente, secondo le tariffe per le chiamate internazionali vigenti nella propria rete.

[ Torna Su ]

© 2013 Smsmarket.it è un prodotto Netfaber sas | P.IVA 06416400726

Newsletter
Novità e offerte da SMSMarket

Area clienti Username
Password